Una settimana da Tessitrici di Sogni

Un’aspirante scrittrice, un’e-mail inaspettata, un sogno che diventa possibile....
di Irene Grazzini
[pubblicato su RiLL.it nell'aprile 2013]

Tessitori di Sogni LAB è un concorso per scoprire nuovi autori di storie per ragazzi, curato da Lucca Comics & Games e Atlantyca Entertainment e patrocinato della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dell’ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani. Irene Grazzini, finalista nel 2012 del Trofeo RiLL, è stata una delle 10 autrici selezionate al termine dell'edizione 2013... e ci racconta (in forma di lettera) la sua esperienza da "tessitrice di sogni".

Cari amici del Trofeo RiLL,
sono una giovane scrittrice come voi. Nessuno di importante, solo una ragazza che ha la stramba idea di raccontare storie e che da due anni partecipa al Trofeo RiLL, dopo aver appreso la sua esistenza a Lucca Comics and Games.

Quando ho ricevuto l’e-mail dallo staff Tessitori di Sogni che mi comunicava che mi avevano selezionato non riuscivo a crederci. Avevo aderito quasi per gioco alla sfida lanciata sul sito Tracciati Urbani: sviluppare un’idea non mia per un potenziale romanzo per ragazzi. Come mi sentivo? Emozionata, senza dubbio, e anche un po’ spaventata. Non sapevo cosa aspettarmi.
Ma cos’è davvero il progetto Tessitori di Sogni?

In poche parole, è un laboratorio in cui si ottengono gli strumenti per raccontare al meglio una storia. Atlantyca Entertainment, azienda che da anni si occupa di far crescere le idee e lanciarle nel mondo, con il patrocinio del Comune di Lucca, ha organizzato per il terzo anno consecutivo seminari che trattano non solo di scrittura, ma di editoria a tutto spessore. Un’occasione per tutti gli aspiranti scrittori per ragazzi di diventare Tessitori di Sogni.
Diciamo Tessitrici, anzi, perché per la prima volta i dieci giovani selezionati sono state tutte ragazze, dai 23 ai 35 anni. Un indizio del cambiamento in atto nella società, dove sempre di più sono le donne a leggere e quindi anche a cimentarsi nella scrittura, cambiamento che si traduce nell’invasione delle librerie da parte di romanzi al femminile, spesso in prima persona.

I seminari, organizzati da Lucca Comics & Games, si sono svolti dall’8 al 13 Aprile 2013. L'ospitalità dei borsisti selezionati è stata a carico dell'organizzazione.

Una settimana dunque all’insegna della creatività, un’immersione nel mondo dell’editoria che ha spaziato dalla scrittura al fumetto, dall’editing all’illustrazione, sullo sfondo della suggestiva città di Lucca.
Alloggiate nell’Ostello San Frediano, un edificio con ampi saloni e intricati corridoi che ricorda un po’ Hogwarts, noi Tessitrici abbiamo passato insieme giorno e notte, cullando le nostre idee e condividendole.
Fin dal primo momento si è creato un clima di collaborazione e di cameratismo, iniziato in realtà ben prima di conoscersi “di persona” a Lucca. Questo grazie ai social network, come Facebook, che se da un lato diventano uno strumento per estraniarsi dalla vita sociale, dall’altro sono un potente motore per lavorare insieme, anche a distanza. Le idee nascono nella mente di una persona sola, ma solo condividendole è possibile migliorarle e farne un progetto più ampio, che possa raggiungere tutti i lettori.

La prima lezione che ho imparato?
L’importanza della collaborazione. Lo scrittore non è un asceta che lavora rinchiuso nella sua stanza: come fa a parlare del mondo esterno se non vive in esso? Da dove gli vengono le idee, se non dalle sue esperienze, fisiche o culturali che siano?

Dopo questa settimana, finita fin troppo presto, senza dubbio noi Tessitrici abbiamo le idee più chiare su come muoverci nel panorama dell’editoria. Gli incontri con editor, illustratori e scrittori ci hanno fornito importanti nozioni per il nostro futuro letterario, ma soprattutto ci hanno mostrato che realizzare i nostri sogni è possibile. È difficile, certo, e richiede impegno e dedizione (e magari una buona dose di fortuna non guasta), ma si può.
Per questo ringrazio i docenti e i ragazzi del progetto, che ci hanno accompagnate per sei entusiasmanti giorni, facendoci da mentori, guide e amici. Quello che è nato in questa settimana non è finito con la partenza da Lucca, ma continua ancora oggi.

Cari amici del Trofeo RiLL, continuate a scrivere, se è questo il vostro sogno. Raccontate storie, perché ogni storia merita di essere raccontata. E in bocca al lupo per tutto!

Foto di gruppo delle dieci autrici selezionate al termine di Tessitori di Sogni LAB (edizione 2013). Nella foto anche Irene Grazzini (in piedi, la prima da destra) e, per Atlantyca, Alessandra Berello e Pierdomenico Baccalario.

argomento: